I cinesi conquistati dai fortini della Maddalena

La Nuova Sardegna  di Serena Lullia

In tour con il sindaco, snobbano l’ex Arsenale: meglio gli edifici di Caprera

 

LA MADDALENA. Da visita flash a tour intensivo lungo sei ore. Tra terra e mare. Il sindaco Luca Montella stravolge l’agenda pensata per la delegazione cinese a caccia di affari per conto del Fondo di investimento governativo. E dall’elenco di immobili da vedere viene depennato proprio l’ex arsenale. La grande incompiuta del G8 inizialmente era considerata quella con più appeal. A farle perdere fascino le parole molto nette di Irene Pivetti, la presidente di Only Italia che tesse i rapporti con le istituzioni locali per conto del Golden China fund.

 

«Serve chiarezza sulle procedure e sui tempi di realizzazione – ha ribadito anche nella sala consiliare isolana –. Non è in discussione la bellezza intrinseca della Sardegna o dell’arcipelago della Maddalena. Abbiamo bisogno di capire in che modo le strutture che sono qui presenti possano essere inserite all’interno di un progetto governativo che ha un respiro strategico e che non può essere concentrato in un solo punto. Conosciamo bene gli immobili ex G8 e i problemi a essi connessi. Siamo pragmatici e rispettosi delle regole esistenti».

Il progetto Sardegna in salsa orientale passa attraverso tre linee. Ricettività turistica di lusso, non per nababbi. Quindi hotel da realizzare su edifici già esistenti o ex novo ma con cubature già inserite nei Puc approvati. Residenza sanitarie dedicate ai nonnini cinesi ricchi con annessi centri di medicina cinese. Attività sportive, in particolare vela ed equitazione, per i giovani che si muovono con le famiglie. Messaggio così chiaro che il sindaco Montella non ha dubbi. Troppe zavorre burocratiche e tempi lunghi legati alle bonifiche per l’ex arsenale. Una carta perdente da giocare. «Anche a noi percorsi che tracciano strade troppo lunghe non interessano – afferma –. Posso però dire che alcune delle cose che voi cercate qui possono essere realizzate e anche in tempi brevi. Ma per capire di cosa sto parlando dovete vederle con i vostri occhi. Da parte mia ci sarà la massima chiarezza. Non abbiamo alcuna intenzione di perdere tempo e farlo perdere a un investitore serio».

Ipotesi ex ospedale. Il sindaco punta dritto all’isola di Garibaldi. Prima una sosta davanti all’ex ospedale militare. L’edificio nella disponibilità della Regione si presta a vestirsi da residenza sanitaria per pensionati dai capelli d’argento. L’edificio, mai aperto, è riservato, in ottime condizioni, con vista sul mare, stanze ampie e a due passi dal più grande centro sportivo e di relax senza pareti. L’isola di Caprera.

Tra forti e paesaggi. La prima tappa è al Fortino di Poggio raso. Capolavoro dell’architettura militare che da anni aspetta una riqualificazione rimasta sulla carta. Un museo di pietre e storia con una vista panoramica che taglia il fiato. Ed è quella l’esperienza che vivono la presidente Pivetti, Alberto Farci, capo dei progetti di pianificazione e sviluppo per Only Italia, Haney Cheng, ad del fondo di investimento governativo cinese Eurasia Med Zhongjing Jinyi investement fund management di Pechino e Ventura Meloni, responsabile tecnico dei progetti. Mister Cheng immortala ogni angolo di Caprera con lo smartphone. Dal forte abbandonato di Poggio Raso si passa a un esempio di fortificazione ristrutturata in modo conservativo. Arbuticci, che oggi ospita il Memoriale Giuseppe Garibaldi. Una trasformazione che strappa consensi.

Club Med. E da una delle terrazze di granito del Memoriale non c’è solo l’infinito da contemplare. Anche l’ex Club Med, nel patrimonio della Regione e alla ricerca di una riqualificazione in chiave ricettivo-turistica da anni. Mister Cheng allunga lo sguardo, chiede più informazioni e l’invio di immagini ad altissima risoluzione della struttura. Posizione strategica e percorso avviato. Ancora una decina di selfie con l’azzurro punteggiato di yacht e si risale in auto. Destinazione ex villaggio americano, alla Trinita. L’ex quartiere

residenziale a stelle strisce si estende su 3mila metri quadrati. La scuola è del Comune, il resto di un privato.

Saluto dal mare. Gran finale con la gita in barca. Rapido passaggio davanti all’ex arsenale dal mare, tour nell’arcipelago e rientro.

09 luglio 2018

 

http://www.lanuovasardegna.it/regione/2018/07/09/news/i-cinesi-conquistati-dai-fortini-della-maddalena-1.17046959

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *