La crescita in Cina rallenta ad aprile

La crescita in Cina rallenta ad aprile. Stando ai dati forniti da HSBC, il PMI (Purchasing Managers Index) del settore manifatturiero si è attestato a quota 50,4. Ad incidere maggiormente su questo valore sono i problemi che arrivano dall’Eurozona e dall’America. Rispetto a marzo, la crescita e diminuita di 1,2 punti percentuali ma, nonostante tutto, il mercato continua ad essere in fase di espansione.

Anche il PMI relativo al settore dei servizi ha fatto segnare una lieve flessione, passando dal 54,3 di marzo al 51,1 di aprile.
Un dato preoccupante elaborato dagli analisti di HSBC riguarda gli ordini e le assunzioni che hanno fatto registrare il valore più basso dal gennaio 2009.
Le previsioni sull’aumento del PIL del primo trimestre si aggiravano intorno all’8% ma, la performance negativa, ha costretto gli esperti finanziari a rivedere le stime ed attestarle al 7,5%.

La tenuta dell’economia rappresenta un punto cruciale per la Cina e proprio questo è stato il tema principale di una riunione dei Membri del Comitato Permanente del Politburo, la cerchia ristretta alla guida del Paese. L’analista Jianguang Shen ritiene molto probabile un taglio degli interessi da parte della banca centrale, come successo già in passato, per favorire l’accesso al credito.

Tra le strategie adottate dal governo del Drago per dare uno slancio all’economia nazionale, vi è un imponente piano di urbanizzazione da 40 miliardi di yuan che, interesserà le città delle province interne della Cina (le più importanti Chongqing e Zhengzhou), in cui vivono 400 milioni di persone. Il processo di modernizzazione delle città di seconda e terza fascia è iniziato nel 2008, quando, in seguito alla crisi economica, 20 milioni di persone hanno abbandonato le grandi metropoli e sono ritornate nei luoghi di origine.
Oggi in questi centri urbani si sta assistendo ad un boom di posti di lavoro che, porterà ad una crescita sempre più sostenuta della popolazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *