Vistanet.it I cinesi vogliono investire in Sardegna. Si conclude il tour esplorativo della delegazione

Per la seconda volta, la società Only Italy visita l’Isola per conto del governo cinese per capire quanto possano risultare vantaggiosi degli investimenti immobiliari e infrastrutturali in Sardegna.

I cinesi cercano nuove destinazioni turistiche e la Sardegna, in questo momento, pare sia l’unico posto al mondo che ha le carte in regola per diventare una di queste. Lo hanno detto i membri della delegazione di Only Italy, la società che rappresenta i fondi di investimento governativi della Cina, e Chaney Cheng, ad del fondo di investimento governativo cinese Eurasia Med Zhongjing Jinyi Investement Fund Management di Pechino.

Per la seconda volta, la società Only Italy visita l’Isola per conto del governo cinese per capire quanto possano risultare vantaggiosi degli investimenti immobiliari e infrastrutturali in Sardegna. I primi contatti e le trattative, infatti, erano stati avviati già l’anno scorso con l’intento di valorizzare aree degradate o poco utilizzate e realizzare quartieri adatti alla clientela cinese. A quanto sembra, gli interessi del fondo non sono quelli di realizzare cubature in più, ma solo quelli di recuperare strutture e convertirle in modo che consentano di praticare sport all’aria aperta e di gustare la buona cucina sarda.

La visita è iniziata ieri da Cagliari, dove la delegazione ha incontrato il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda e il presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru. Al centro degli incontri c’è l’interesse da parte dei cinesi di includere la Sardegna fra le tappe di una crociera che parte dalla Cina; segue poi l’interesse per le infrastrutture, porti e aeroporti, che potrebbero catapultare direttamente sull’Isola centinaia di turisti con voli diretti dall’Oriente.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *